Cosa e' la legge conto energia: In parole semplici il "conto energia" introduce la remunerazione differenziata per la produzione di energia elettrica dai pannelli solari. Ogni proprietario di pannelli solari FotoVoltaici autorizzato potrà rivendere l'energia prodotta dai propri pannelli alla rete elettrica nazionale ottenendo in cambio una tariffa d'acquisto più alta.

Il nuovo decreto sul Conto Energia 2007 - Il “CONTO ENERGIA” 2007 per l’incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici connessi alla rete ( D.I. in G.U. n.45- 23/02/07) prevede:

* tariffe incentivanti per i piccoli impianti integrati negli edifici, tipicamente asserviti a utenze familiari, molto più alte di quelle destinate ai grandi impianti posizionati sul terreno; questo al fine di favorire una maggiore diffusione della tecnologia sul territorio e tra gli utenti, e nello stesso tempo per evitare l’occupazione di suoli sfruttando le superfici esterne degli edifici con la giusta esposizione rispetto al sole

* tariffe incentivanti maggiorate del 5% per premiare le installazioni negli edifici pubblici (scuole, ospedali, enti locali di piccoli paesi), e quelle in sostituzione di coperture contenenti amianto (per esempio l’eternit)

* tariffe ancora più alte sono possibili se l’installazione dell’impianto (fino a 20 kW) è accoppiata a interventi certificati per il risparmio energetico (per esempio miglioramento dell’isolamento termico con doppi vetri o doppi infissi)

* procedure amministrative semplificate per ottenere gli incentivi; di raggiungere un obiettivo di potenza fotovoltaica installata pari a 3000 MW al 2016.

Come si fa per accedere agli incentivi? A chi bisogna rivolgersi?
L’utente interessato può inoltrare una richiesta di connessione in rete alla Società Elettrica di Distribuzione locale (gestori di rete: Enel, ACEA, ecc.), con allegato progetto preliminare dell’impianto ed eventuale opzione per lo scambio sul posto per gli impianti fino a 20 kW, e poi procedere direttamente alla realizzazione dell’impianto, senza attendere nessuna autorizzazione. L’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas stabilirà a breve modi e tempi per eseguire la connessione ad opera della Società Elettrica.

Occorrono particolari permessi dall’ente locale ?
Gli impianti fotovoltaici godono di un regime di autorizzazione semplificato che si traduce nella necessità della sola DIA (Dichiarazione di Inizio Attività) da presentare al Comune come per qualsiasi intervento di manutenzione straordinaria, a meno di ubicazione in aree protette. Solo gli impianti di potenza superiore a 20 kW, non integrati e non parzialmente integrati, sono considerati “industriali” e pertanto soggetti alle verifiche ambientali (DPR 12/4/1996 e s.m.). Nei casi in cui la DIA non è sufficiente occorre comunque un unico provvedimento autorizzativo.

Chi pagherà gli incentivi del conto energia?
Il Gestore dei Servizi Elettrici (o Soggetto Attuatore) erogherà gli incentivi previsti. Realizzato l’impianto in conformità alle regole stabilite dal decreto, l’utente (o Soggetto Responsabile) ha un tempo limite di 60 giorni per inviare una richiesta di concessione della tariffa incentivante al Gestore dei Servizi Elettrici, unitamente alla documentazione finale di entrata in esercizio (progetto, collaudo e dichiarazioni). Il Gestore dei Servizi Elettrici, a seguito di istruttoria di compatibilità e comunque entro 60 giorni, comunica al Soggetto Responsabile la tariffa riconosciuta.

Come verranno pagati gli incentivi?
Entro il 24 aprile 2007, l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas dovrà definire le modalità di erogazione degli incentivi con un provvedimento che aggiornerà quelli del Conto Energia relativi al 2005 e al 2006.

A quanto ammontano gli incentivi?
Le tariffe saranno applicate a tutta l’energia prodotta dagli impianti e sono stabilite in funzione della taglia e della tipologia di impianto. I maggiori vantaggi riguardano gli impianti con moduli che si integrano architettonicamente con le strutture edili. Sono riportate nel seguente schema:

Tipologia
Impianti non integrati
Impianti parzialmente integrati
Impianti integrati
Potenza Impianto (kW)

Tariffe Incentivanti (€/kWh)

A) 1 < P ≤ 3
0,40
0,44
0,49
B) 3 < P ≤ 20
0,38
0,42
0,46
C) P >20
0,36
0,40
0,44


Gli “impianti non integrati” sono tipicamente quelli con i moduli fotovoltaici posti al suolo; si considerano “non integrati” anche gli impianti con i moduli posti su strutture edili o di arredo urbano realizzati senza accorgimenti di carattere estetico per ottimizzarne l’integrazione architettonica. Gli “impianti parzialmente integrati” sono essenzialmente quelli con i moduli installati su tetti o facciate di edifici in modo complanare alle superfici, senza sostituire i materiali di rivestimento delle superfici delle pareti o dei tetti. Gli “impianti integrati” sono quelli in cui i moduli fotovoltaici sostituiscono i materiali di rivestimento degli edifici, assumendone le funzioni. In questo caso i moduli sono installati al posto di: tegole, vetri nelle facciate, elementi di balaustre, pannelli fonoassorbenti in barriere acustiche, ecc. Tutte le tipologie riconosciute per gli impianti parzialmente integrati e integrati sono elencate in appendice al Decreto.

Ci sono limiti nella potenza dell’impianto?
L’impianto deve essere di potenza non inferiore ad 1 kW. Non è previsto un limite superiore.


Sono previste maggiorazioni dell’incentivo?

Si. È previsto un aumento del 5% in alcuni casi tra cui: impianti realizzati da scuole, ospedali, piccoli comuni (meno di 5000 abitanti), oppure impianti integrati che vanno a sostituire coperture in eternit (contenenti amianto) ed infine impianti di potenza superiore a 3 kW i cui soggetti responsabili siano classificati come ”autoproduttori”, ovvero che consumano almeno il 70% della loro produzione (DL n.79/99). Queste maggiorazioni non sono tra loro cumulabili.


Si parla di un ulteriore premio per alcuni impianti, di cosa si tratta?

È previsto un aumento dell’incentivo, anche fino al 30% della tariffa riconosciuta, per i piccoli impianti (fino a 20 kW in regime di scambio sul posto) che alimentano le utenze di edifici sui quali sono stati effettuati anche interventi di risparmio energetico, per i quali occorre la certificazione energetica (DL n.192/2005 e s.m.). È possibile richiedere tale ulteriore incentivo anche successivamente alla data di inizio esercizio dell’impianto, e comunque a valle dell’avvenuta Certificazione Energetica.


Le tariffe incentivanti sono cumulabili con altri incentivi?
Non è possibile cumulare le tariffe incentivanti con:

  • finanziamenti pubblici in conto capitale eccedenti il 20% del costo complessivo dell’impianto;
  • i Certificati Verdi;
  • i Certificati Bianchi;
  • le detrazione fiscale previste dalla legge per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio (ristrutturazioni).


Che aliquota di IVA si applica?

Resta fermo il diritto al beneficio della riduzione dell’IVA al 10% per gli impianti facenti uso di energia solare (DPR n.633/1972 e s.m.).


Ma fino a quando saranno finanziati gli impianti?

È stato fissato un obiettivo di 3000 MW di fotovoltaico da installare entro il 2016, dei quali 1200 MW incentivabili da subito e il resto sulla base di un provvedimento da definire successivamente. Oggi in Italia sono installati circa 50 MW.


È sicuro l’accesso agli incentivi?

SI. Saranno ammessi alle tariffe incentivanti tutti gli impianti completati dai privati entro i successivi 14 mesi, o entro i successivi 24 mesi se realizzati da soggetti pubblici, anche quando sarà raggiunto il limite di 1200 MW di potenza incentivabile già finanziato. La data di raggiungimento dei primi 1200 MW, a partire dalla quale si calcoleranno i suddetti termini, sarà comunicata ufficialmente dal Gestore dei Servizi Elettrici sul proprio sito web (http://www.gsel.it/).


Gli impianti autorizzati nel conto energia precedente come vengono trattati?

Il Gestore dei Servizi Elettrici mantiene una contabilità e gestione separata per i due regimi di conto energia, quello esistente regolamentato dai Decreti 28/7/2005 e 6/2/2006, e quello futuro regolamentato dal nuovo Decreto.